Duchini ci prova, l’Ausonia resiste e avanza

07/02/2019

Varesina-Ausonia 2-3
Reti: 1’ Giambertone (A), 13’ Dell’Acqua (A), 8’ st Castelli (A), 13’ st Duchini (V), 33’ st Duchini (V)

Varesina (4-3-3): Maiocchi, Boy, Zanotti, Caffi, Biachi, Di Palma, Sali, Adamo, Duchini, Donizzetti, Alves. A disp: Schieppati, Francescato, Lanza, Vaccaro, Ruzza, Dandrea. All. Calandrino.

Ausonia (4-3-3): Marchesi, Mocchi, Comelli, Dell’Acqua, Silanos, Elli, Castelli, Donelli, Giambertone, Origone, Colio. A disp: Barotac, Giannotti, Di Mango, Legarda, Fratto. All. Di Benedetto.

Ammoniti: Giannotti (A), Castelli (A)

Arbitro: Silvestri di Sesto San Giovanni.
Assistenti: Tubiolo di Sesto San Giovanni e Carelli di Sesto San Giovanni.

Non poteva partire in maniera più spettacolare la gara tra Ausonia e Varesina. Nemmeno il tempo di sedersi in tribuna che i ragazzi di Di Benedetto passano in vantaggio con lo spunto giusto di Giambertone. La Varesina non ci sta e tenta di farsi avanti. L’occasione più ghiotta arriva al 10’ con Duchini che si vede chiudere la porta in vantaggio dal miracolo di Marchesi. Passato lo spavento i meneghini raddoppiano con la punizione capolavoro di Dell’Acqua. A mantenere il doppio vantaggio neroverde ci pensa ancora una volta Marchesi deviando l’ottima punizione di Duchini. All’ottavo minuto della ripresa l’Ausonia cala il tris. Cross teso sul quale si avventa Castelli che con un’abile spizzata insacca alle spalle di Maiocchi. A metà secondo tempo la Varesina dimostra che non vuole ancora mollare. In un’azione di ripartenza Donizzetti serve un pallone al bacio che il solito Duchini che con freddezza spiazza l’estremo difensore avversario. In pieno recupero la Varesina con il suo bomber Duchini trova la forza di catapultarsi in avanti e trovare il fallo da rigore trasformato dalla stessa punta. Un gol che accende gli ultimissimi istanti di una gara pazzesca. Gli uomini di Calandrino cercano in tutti i modi di trovare il gol di un pareggio che sarebbe anche meritato ma l’Ausonia è attenta e non sbaglia chiudendo la gara in vantaggio e avanzando così nel tabellone.

Filippo Fradegradi Brivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.