Avanti Chievo, ora il Milan

14/03/2019

MONZA-CHIEVO VERONA 0-0 (3-4 dcr)
MONZA (3-5-2): Vergavi, Martinelli, D’Aietti, Colombo, Caccia, Grillo, Raccosta, Cattaneo, Giglio, Seria, Strada. A disp: Monti, D’Amico, Mannini, Ragusa, Pedrazzini, Racines, Zotkaj, Zulli. All. Morin.
CHIEVO VERONA (4-3-3): Zouaghi, Aidoo, Nitri, Fabbian, Rigo, Corradi, Giona, Bovo, Franzoni, Marcolini, Garnero. A disp: Caliendo, Caprile, Cielo, Biasin, Pasquariello, Gianotta, Rodella, El Hadda. All. Barella.
ARBITRO: Carelli di Sesto San Giovanni.
ASSISTENTI: Tubbiolo di Sesto San Giovanni e Carbone di Sesto San Giovanni.

Sfida affascinante tra Monza e Chievo che mette in palio l’accesso alla semifinale e il match di lusso contro il Milan. Avvio vivace da parte dei Clivensi che provano a sfruttare la rapidità degli esterni e conquistano un calcio piazzato da posizione invitante: cross tagliato al centro di Nitri che chiama Vergavi al primo intervento. La risposta biancorossa non si lascia attendere: fa tutto bene Giglio che penetra in area ed esalta i riflessi di Zouaghi, che respinge la minaccia. Il Monza tiene bene il campo e aumenta il ritmo alla ricerca del vantaggio: ci va vicino D’Aietti che disegna una traiettoria precisa su punizione ma impatta nelle mani di Zouaghi, due minuti dopo è il turno di Strada che si fa largo tra i difensori veronesi ma alza troppo la conclusione. Il Chievo fatica a rendersi pericoloso, le occasioni più importanti continuano ad essere di marca brianzola. Poco prima del duplice fischio però sono i veneti a sfiorare il vantaggio: cross dalla sinistra per l’inserimento di Marcolini che non arriva di un soffio all’appuntamento con il gol. Si va al riposo sullo 0-0. Nella ripresa il ritmo si abbassa, le squadre si studiano, nessuno vuole concedere un centimetro all’avversario. Il Chievo prova a sfruttare la fisicità delle sue torri sui corner, ma il Monza si difende con attenzione. Qualche tentativo dalla distanza da parte di entrambe le compagini, ma nulla di significativo. Fino al minuto 24’ quando i gialloblù si rendono pericolosissimi: cross in mezzo e uscita a vuoto del numero 1 monzese, che trae comunque in inganno Rodella, il colpo di testa ravvicinato termina alto sopra la traversa. Il finale è tutto dei veronesi che premono per evitare i tiri dal dischetto. Il triplice fischio sancisce lo 0-0, ancora una volta saranno protagonisti i penalties. Dagli undici metri sale in cattedra Zouaghi che neutralizza due rigori monzesi e regala ai suoi il passaggio del turno.

Alessandro Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.