Festa Enotria, è finale!

14/03/2019

Vis Nova-Enotria 1-2
Reti (1-0, 1-1, 1-2): 4’ Zatti (V), 13’ st Saracino (E), 23’ st Pellegrino (E)

Vis Nova (4-3-3): Badini, Pozzoli, Lanfranco, Pozzi, Di Pentima, Sormani, Molteni, Barrese, Sala, Schiavo, Zatti. A disp: Cantatore, Frigerio, Abbiati, Rovelli, Troiani, Chindamo, Ballabio, Iorino. All. Morgandi

Enotria (4-3-3): Re, Marconi, Silba, Dalloco, Maestri, Bossi, Merino, Ravera, D’Erche, Ferrari, Saracino. A disp: Carella, Riboldi, Virgilio, Lascatti, Cortazzo, Bianchini, Pellegrino. All. Ferraioli

Arbitro: Bosi di Abbiategrasso
Assistenti: Famà V. di Abbiategrasso e Famà S. di Abbiategrasso

Potersi giocare la semifinale del Torneo Annovazzi è privilegio per pochi calciatori. Solo i migliori talenti hanno calcato il terreno di gioco per disputare partite come questa e chissà che, in un futuro, qualcuno di questi ragazzi non venga ricordato anche per questo. Essere già qui è però un onore e Vis Nova ed Enotria lo sanno bene. Il sogno della finale è ad un passo e nessuno vuole mollarlo. Ritmi e intensità sono davvero altissimi, per una partita che regala spettacolo dal primo al all’ultimo minuto. A partire forte sono le lucertole di Giussano. Al 4’ minuto è infatti la Vis a passare in vantaggio grazie alla marcatura di Zatti bravo a trasformare in oro una mischia in area di rigore. L’Enotria non sta certo a guardare e cerca di rispondere immediatamente. Saracino calcia da lontanissimo ma la palla si stampa sulla traversa e strozza l’urlo di gioia in gola. Sul fronte opposto è strepitoso Re a chiudere la porta in faccia Sala ed a volare sulla conseguente conclusione di Molteni. A cercare di risollevare gli uomini di Ferraioli ci prova anche D’Erchie ma il tiro è troppo smorzato e centrale. Il pareggio è rimandato al quarto d’ora della ripresa. Affondo prepotente di Merino sulla destra che serve al centro un pallone delizioso per l’accorrente Saracino. Un gol che alza l’asticella della bellezza della partita da stupenda a spettacolare. I nero verdi ci provano su piazzato ma Re è ben piazzato e para senza patemi mentre l’Enotria ci prova col cross di Virgilio che non trova però la pronta deviazione. Resta tutto in bilico fino al 23’ quando Pellegrino si inventa la girata e trova il gran gol sul secondo palo. È la rete che chiude la partita e regala all’Enotria la notte delle notti.

Luca Mondini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.