Colpo Rigo, il Chievo è in finale

28/03/2019

Chievo-Milan 1-0
Reti: 2’ Rigo (C)

Chievo (4-3-3): Zouaghi, Aidoo, Nitri, Fabbian, Marcolini, Rigo, Giona, Bovo, Franzoni, Padovani, Mastella. A disp: Gobbetti, Caliedo, Cielo, Caprile, Biasin, El Haddad, Rodella, Giannotta, Garnero. All. Barella.

Milan (4-4-2): Lionetti, Pittino, Bartesaghi, Paloschi, Malaspina, Nicotra, Cifuentes, Sala, Longhi, Cappiello, Gramignoli. A disp: Bulaukin, Zeroli, Nahrudnyy, Mangiameli, Cecotti, Casali. All. Bertuzzo.

Arbitro: Ursana di Milano
Assistenti: Miele di Milano e Chionna di Milano

Giocarsi questa partita può solo che essere un onore. Arrivare in finale sarebbe un sogno che si trasforma in realtà. Ecco perché Milan e Chievo scendono in campo e giocano una semifinale col coltello tra i denti e senza mai tirarsi indietro. Una partita bella e combattuta dal primo all’ultimo minuto ma che si decide solo in apertura. Passano infatti due minuti e il Chievo è in vantaggio. Cross teso dalla bandierina e incornata di testa potente e vincente di Rigo che sblocca il match. Il vantaggio lampo dà anima ai veneti che impostano un buon primo tempo sfiorando il raddoppio in più di un’occasione. Il tiro di Padovani è respinto mentre ci vuole una super uscita di Lionetti a sventare l’attacco a colpo sicuro di Mastella. Nella ripresa il Milan prova in tutti i modi di raddrizzare la partita cercando il gol del pareggio. Al 18’ Casali prova a dire la sua con un tiro dalla distanza. Zouaghi para senza troppi patemi. Un minuto più tardi Cifuentes ruba la palla su un disimpegno clivense ma nel tu per tu contro l’estremo difensore avversario angola troppo a lato. Al 23’ l’acrobazia di Sala libera capitan Malaspina che non trova la via giusta cestinando un’ottima chance. Negli ultimi minuti l’attacco rossonero è costante ma l’ordine e la dedizione gialloblù non lascia più spazi alla manovra avversari chiudendo bene ogni possibilità. Finisce perciò così, con il Chievo che vola in finale per tentare in tutti i modi di vincere la 39ª edizione del Torneo Annovazzi – Bracco Cup.

Luca Mondini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.