Trionfo Inter, la supercoppa è tua!

11/04/2019

Inter – Virtus Bergamo 2-1
Reti: 3’ Martins (I), 21’ Parazzini (I), 22’ st Morstabilini (V)

Inter (4-3-3): Del Vecchio, Mariani, Parazzini, Di Maggio, Fossati, Stante, Grieci, Figini, Martins, Ricordi, Gallo. A disp: Raimondi, Stabile, Itraloni, Motta, Ciuffo, Molteni. All. Chivu.

Virtus Bergamo (4-3-1-2): Pellicioli, Morstabilini, Reani, Zambelli, Chioda, Mosconi, Albertini, Ghilardi, Viscardi A., Longhi, Viscardi D. A disp: Dergal, Belotti, Bertoletti, Di Nardo, Folzi, Gonzales, Kasa, Romano, Vitali. All. Cavalli.

Arbitro: Salerio di Legnano
Assistenti: Minniti di Legnano e Lorenzo di Legnano.

L’ultimo atto. Il più atteso e allo stesso tempo il più bello e il più emozionante. Inter-Virtus Bergamo è così. L’apoteosi della bellezza del calcio e di tutto il 39° Torneo Annovazzi. E non poteva essere altrimenti. La supercoppa tra la vincitrice del tabellone dilettantistico e quella del tabellone professionistico è qualcosa di davvero imperdibile per ogni amante del bel calcio. Bastano solo tre minuti per confermare tutto questo. Martins recupera palla, salta due uomini e fa partire una botta che si infila precisa sotto al sette che vale il vantaggio nero azzurro. La Virtus non si tira comunque indietro e imposta una buona manovra alla ricerca del pareggio. Al decimo Daniele Viscardi si getta su uno spiovente proveniente da sinistra. L’impatto è buono ma poco preciso e la palla si alza sopra la traversa. È però l’Inter a costruire le azioni più pericolose. Al 21’ Parazzini trova il raddoppio con un colpo di testa che trafigge l’incolpevole Pellicioli. Merita menzione la zampata di Grieci ad inizio ripresa. L’estremo difensore orobico è però attento e blocca a terra senza problemi. È ancora Grieci poco dopo a sfondare in solitaria sulla destra ma i riflessi pronti di Pellicioli gli negano nuovamente la gioia del gol. La Virtus Bergamo non è però squadra che si arrende e lo dimostra al 22’ quando Morstabilini infila il gol che riapre la partita e accende gli ultimi minuti di gara. Gli attacchi orobici sono fitti. Kasa non riesce ad arpionare il pallone mentre poco dopo Vitali si trova sbarrata la strada dalla bella parata di Raimondi. Ancora Vitali ha sui piedi l’occasione per prolungare la partita ai calci di rigore ma Fossati è provvidenziale sulla linea di porta. Anche Kasa ci prova per un ultima volta dalla distanza ma il pallone è troppo alto. La partita finisce infatti così, con l’Inter che alza al cielo anche la Supercoppa della 39° edizione del Torneo Annovazzi.

Luca Mondini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.