Filosofia Enotria: il successo che nasce dal senso di appartenenza

21-08-2019

La stagione 2019/20 ha ormai ufficialmente preso il via con l’inizio della preparazione estiva e mentre i ragazzi cominciano a scaldare i motori in vista dell’esordio e i tecnici impartiscono le prime indicazioni tattiche, il Direttore Sportivo Giovanni Stringhini sta svolgendo l’importante ruolo di supervisore, spiegando così la scelta di non assumere la guida tecnica di nessun gruppo nello specifico: «Sono ormai anni che abbiamo improntato il nostro lavoro basandoci su una precisa filosofia societaria e una determinata metodologia di allenamento. C’è un pensiero comune, un’unità di intenti tra me, Vitaloni, Villa e il Presidente Aporti. Tutte le nostre energie sono riposte sulle risorse umane: abbiamo due, tre allenatori per categoria, preparatore atletico, medico, psicologa, fisioterapisti, prediligendo la scelta di investire sulla professionalità delle persone, più che su altri aspetti. Quest’anno ho scelto di fermarmi un attimo, per seguire a 360° tutto quello che succede sulle varie categorie, andando regolarmente in campo durante la settimana con tutti i gruppi dell’agonistica. Chi sposa il nostro progetto sa perfettamente che se un anno è primo allenatore, l’anno seguente deve essere disposto a fare il secondo, mettendosi al servizio della società. Leccioli ad esempio è stato mio vice per tre stagioni, merita per le qualità che possiede l’occasione di prendere in mano gli Allievi A. Catera è stato vice di Vitaloni, Sapia è stato secondo di Catera: è il nostro modo di lavorare, unità di intenti tra tutte le parti coinvolte e massima stima reciproca». Un vero marchio di fabbrica che ha regalato numerose soddisfazioni, una caratteristica peculiare dell’Enotria che la rende unica nel panorama dilettantistico lombardo: «La nostra filosofia è chiara: non abbiamo mai rottamato nessuno, scegliendo da sempre la strada della continuità. Villa e Vitaloni fanno parte integrante della società, lo stesso Mezzena mantiene costanti rapporti con il suo successore Aporti, così come Mazzeo è in continuo contatto con il nuovo Segretario Generale Ruggero Romarri. Senza dimenticare un’altra figura fondamentale, Vincenzo Misino, storico Responsabile della manutenzione del Centro Sportivo. Il nostro parco allenatori è composto da tecnici che ormai da tempo vestono la nostra maglia. È una strategia vincente? Certamente ha dato i suoi frutti: abbiamo vinto quattro titoli regionali in sei anni, con annesse una finale e una semifinale nazionale. Per non parlare di tutti i ragazzi a cui è stata offerta una vetrina importante per il loro prosieguo di carriera. Abbiamo raggiunto dei livelli altissimi, ricercando costantemente un miglioramento: è da leggere in tal senso l’inserimento di figure di grande professionalità come Daniele Bonari, Responsabile dell’attività preagonistica, e Andrea Mengoni, che si occuperà dell’organizzazione dei tornei. Questa eccellenza, ci tengo a ribadirlo, è merito di tutte le persone che lavorano per la società Enotria». Il Ds si è poi soffermato sul rapporto speciale con la “Casa Madre” Inter, sottolineandone l’importanza: «C’è un legame spettacolare con le persone che sono al servizio del club nerazzurro, un’amicizia che va al di là dell’aspetto sportivo. Il nostro Centro è anche casa loro, così come l’Inter ci ha sempre accolto a braccia aperte ad Interello». In chiusura, Stringhini ha commentato anche la novità dei Campionati Elite: «Una scelta necessaria, che arriva forse un po’ tardi. Spesso si fanno scelte per accontentare tutti, a discapito della meritocrazia: bisogna invece coinvolgere chi se lo merita. L’Enotria tutto quello che incassa lo investe sulle strutture, sul personale, su tutto ciò che va a disposizione dei ragazzi: abbiamo ottenuto una continuità invidiabile grazie al fatto di non essere mai stati comprati da nessun nuovo proprietario che dopo cinque anni magari rivende al miglior offerente. C’è un senso di appartenenza per il quale siamo riconoscibili da tutti. E questo è motivo di grande vanto».

Alessandro Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.