Derby e finale, Virtus eccezionale

21/03/2019

Pontisola – Virtus Bergamo 0-2
Reti: 12’ Zambelli (V), 35’ st Ghilardi (V)

Pontisola (4-3-3): Mangiapoco, Pezzotta, Rodeschini, Brusamolino, Gualdi, Capizzi, Volta, Bonassi, Roncalli, Allieri, Bassanello. A disp: Rocca, Rota N., Rota G., Bonanomi, Kowalski, Cangini, Capitanio, Micheli, Né. All. Locatelli.

Virtus Bergamo (4-3-1-2): Dergal, Morstabilini, Reani, Zambelli, Chioda, Mosconi, Albertini, Ghilardi, Viscardi D., Longhi, Viscardi A. A disp: Pellicioli, Belotti, Bertoletti, Di Nardo, Folzi, Gonzales, Kasa, Romano, Vitali. All. Cavalli.

Aribitro: Mainini di Busto Arsizio.
Assistenti: Tosi di Busto Arsizio e Rimoldi di Busto Arsizio.

Lottare e sognare. In una semifinale come quella del Torneo Annovazzi sono due imperativi assoluti per tutti i giocatori in campo. La voglia di potersi giocare questo trofeo è davvero tanta ma si sa che niente viene regalato. Non una partita come le altre dunque, e se a questo si aggiunge la bellezza di un derby come quello tra Pontisola e Virtus Bergamo ecco che la gara diventa qualcosa di davvero imperdibile. I valori delle due formazioni orobiche sono noti da tempo e vederle affrontarsi è sempre un piacere per gli occhi. I ritmi di gioco sono alti, le occasioni da gol belle e concrete. Il gol che sblocca il match non arriva però su azione ma su calcio di rigore. Zambelli al quarto d’ora è glaciale e non sbaglia dal dischetto. Il tempo di riemettere la palla in gioco e le ostilità ricominciano. Avanti e indietro da entrambe le parti anche se sono gli uomini di Cavalli a creare idee migliori con la coppia Viscardi, Alessandro e Daniele. L’ultimo di questi due protesta anche per un gol fantasma sul finire di primo tempo ma l’arbitro lascia proseguire. Il Ponte prova comunque a dire sempre la sua. Bassanello ad inizio ripresa tenta il colpo a giro ma il tiro è troppo angolato. Allieri cerca invece di imbucare l’angolo al volo ma la palla finisce sul fondo. Al 22’ la Virtus cerca il gol con la girata di Kasa ma Mangiapoco segue la palla uscire. I blues non mollano e tentan fortuna con Micheli che calcia sul secondo palo mandando a lato. A chiuderla è però la Virtus Bergamo proprio sul triplice fischio con la palla filtrante di Albertini che libera Ghilardi freddissimo sotto porta. I bianconeri volano così nella super finale di giovedì 4 aprile dove affronteranno l’Enotria in una partita da mille e una notte.

Luca Mondini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.